Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

inner1Amarezza tra gli azzurri al termine del SuperG che ha chiuso il programma di velocità dello sci alpino a Rosa Khutor. Christof Innerhofer - il più atteso - è uscito alla prima curva, non riuscendo a regalarsi la terza soddisfazione dopo l'argento conquistato in Discesa Libera e il bronzo ottenuto in Super Combinata. "Pensavo di partire forte subito, in alto, ma ho sbagliato perché la pista era troppo ripida e scivolosa. Non è sempre domenica. La mia Olimpiade finisce qui ma non potevo sinceramente chiedere di meglio, due medaglie non sono mai facili da conquistare. Adesso possiamo veramente cominciare a festeggiare ma non troppo, considerando che mancano ancora alcune gare alla fine della Coppa del mondo che voglio affrontare al massimo della concentrazione".

Peter Fill, il migliore dei quattro italiani - grazie all'8° posto finale - è realista. "Non è stata una gara perfetta, ho commesso alcuni errori, ma è molto caldo e la neve è scivolosa. Non è facile trovare la linea giusta, ci sono molti dossi".

Werner Heel: "Probabilmente non sono uomo per questi appuntamenti, non sono arrivato al 100%, ho fatto fatica durante la stagione e non potevo pretendere di arrivare qui e andare sul podio. Puntiamo a chiudere in modo positivo l'annata".

Dominik Paris: "Finisco questa Olimpiade più sicuro dei miei mezzi. Adesso mi rimangono una serie di gare da qui alla fine della stagione in cui posso togliermi delle belle soddisfazioni".