Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Ultim'ora

Il decreto legislativo 14 marzo 2013 n.33 ha riordinato gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte di pubbliche amministrazioni prevedendo all’art. 11 che alle società partecipate dalle stesse, limitatamente all’attività di pubblico interesse disciplinata dal diritto nazionale o dell’Unione europea, si applichino le disposizioni di cui all’art. 1, commi da 15 a 33 della legge 6 novembre 2012 n. 190.


Sono, pertanto, pubblicati nella presente sezione denominata “ società trasparente” i dati e le informazioni richiesti dalla precitata legge e dall’art. 22 del suddetto decreto.


Si segnala che tutti i dati sono pubblicati in formato di tipo aperto ( es: “ CSV”) al fine di garantire la libera accessibilità a tutti, senza restrizione di copyright, brevetti o altre forme di controllo che ne limitino la riproduzione, in conformità all’art. 52, comma 2, del Codice dell’Amministrazione digitale ( D.lgs 82/2005).


I dati personali pubblicati sono "riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla normativa vigente sul riuso dei dati pubblici (direttiva comunitaria 2003/98/CE e d. lgs. 36/2006 di recepimento della stessa), in termini compatibili con gli scopi per i quali sono stati raccolti e registrati, e nel rispetto della normativa in materia di protezione dei dati personali". A titolo di esempio, è vietato riutilizzare a fini di marketing o di propaganda elettorale i recapiti e gli indirizzi di posta elettronica oggetto di pubblicazione obbligatoria, in quanto tale ulteriore trattamento deve ritenersi incompatibile con le originarie finalità di trasparenza per le quali i dati sono resi pubblicamente disponibili.


In relazione alla candidatura di Roma Capitale all’organizzazione dei Giochi della XXXIII Olimpiade e XVII Paralimpiade del 2024, approvata con Mozione n. 39 del 25 giugno 2015 dall’Assemblea Capitolina e con deliberazione n. 1536 del 2 luglio 2015 del Consiglio Nazionale del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, il CONI ha ritenuto di demandare a Coni Servizi S.p.A. il compito si svolgere tutta l’attività operativa necessaria per la presentazione della candidatura.


Coni Servizi S.p.A., quindi, con delibera del Consiglio di Amministrazione, in data 17 marzo 2015 ha istituito al proprio interno una unità operativa denominata “Comitato Roma 2024” deputata a curare le attività progettuali ed operative della candidatura.


Il Comitato Roma 2024 non ha quindi alcuna autonoma soggettività giuridica né autonomia patrimoniale ed i relativi obblighi di pubblicazione ex d.lgs.33/13 sono adempiuti nel sito istituzionale di CONI Servizi nelle sezione di cui si compone la presente pagina.”